TERMORILIEVO

Si definisce termorilievo / termografia la produzione in rilievo di immagini stampate per mezzo del calore. Il processo consiste nella copertura delle zone inchiostrate ancora fresche con polvere termoplastica la quale, poi, si fonde formando sull’inchiostro una copertura successivamente polimerizzata dall’azione di raffreddamento. In tal modo si possono ottenere splendidi stampati pluricolore in rilievo con effetti particolarissimi e inimitabili.

LAMINA A CALDO

E' l'unico processo capace di apportare brillantezza ed effetti metallici che non perdono mai la loro lucentezza,  sia su carta che su cartone e perfino su plastica ed altri supporti. I foil (nastri di materiale metallico utilizzato nel procedimento di stampa a trasferimento termico) non si limitano a dare finiture metalliche, come l'oro, l'argento o silimili, ma sono disponibili anche in un' ampia varietà di colori.

RILIEVO A SECCO CON CLICHET

Lavorazione che rende un’ immagine o una stampa raffinata creando un rilievo. Serve a dare evidenza e risalto. La stampa a secco è la stampa a rilievo che non prevede l´utilizzo del colore. Il risultato è elegante e decisamente raffinato. E´ una lavorazione meccanica del supporto cartaceo, con cui si ottiene un rilievo sulla superficie interessata. Vengono realizzati due clichè (positivo e negativo), tra i quali la carta ottiene un rilievo che lascerà concavo il retro del supporto. La deformazione della carta avviene mediante matrici speciali. Questa lavorazione viene molto usata negli annunci di matrimonio.